Visualizzazione post con etichetta telefonia. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta telefonia. Mostra tutti i post

26 agosto 2016

Come sbloccare un cellulare

cambiare compagnia tel di un cell bloccato
Un cellulare "bloccato" è, nella più comune delle accezioni, un cellulare che è stato predisposto dal produttore per funzionare solamente con una SIM appartenente a una certa compagnia telefonica.

Esiste però il modo di sbloccare un cellulare, e di poterlo usare quindi con qualsiasi SIM, grazie ad alcuni servizi online (vedi più avanti).

Se si tratta di un cellulare usato la prima cosa da fare (e questo vale anche se non è bloccato) è controllare che non sia inserito in una blacklist. Puoi farlo per pochi dollari presso il sito Chickmend. È importante, in quanto se il cellulare è stato rubato e la persona che ha subito il furto ha comunicato alla compagnia telefonica l'apposito codice per renderlo inservibile, il cellulare è semplicemente irrecuperabile e da buttare (quindi è bene eseguire questo controllo prima dell'acquisto!).

Il passo successivo è usufruire, sempre per pochi dollari, di un servizio online che ti fornisce via email il codice di sblocco di cui necessiti.
Questo servizio è offerto ad esempio da

www.unlockunit.com
www.gsmzambia.com (ti spediscono una chiavetta USB per l'operazione di sblocco)
www.samsungcodesource.com (solo per cellulari Samsung)

Sui suddetti siti web ci sono le istruzioni - in inglese ma comunque semplicissime - per la procedura e per l'acquisto del servizio.

30 giugno 2015

SMS dal n. 4850203: chi è? WEFLY Srl.

È passato quasi un anno da un fattariello che non ricordo come mai ho aspettato così tanto a pubblicare. Mi sa che volevo prima vedere se mi sarebbe arrivata una risposta da Wind. E, se ricordo bene, mi è arrivata dopo qualche settimana una risposta cartacea in cui Wind mi confermava che non era attivo alcun servizio dell'azienda di avevo parlato nella mia email... risposta che non centrava affatto il problema di cui mi ero lamentato, e cioè la imbecille politica aziendale spiegatami dal loro impiegato (vedi sotto).

Ecco a chi appartiene il n. 4850203:

WEFLY Srl
con sede legale in Milano, Piazza Diaz n. 7, P.IVA 07614710965
proprietaria del sito www.adessovinci.it

Fonte: questa pagina della privacy policy (ehm...) del sito suddetto, nonché questa pagina del servizio Whois offerta da Whois.domaintools.com.

Su vari forum e blog potresti trovare varie notizie sulla società Wefly srl e sul numero 4850203, come messaggi indesiderati tipo "I-WIN: abbonamento attivo. Partecipi al concorso. Costo: 5€/sett. Max 3 SMS/sett. Per disattivare invia I-WIN STOP al 4850203.Info 0423402080"

E io qui cosa scrivo? Parlo delle lamentele per uno dei servizi che si è attivato senza che io facessi nulla per approvarlo? Ma no, parliamo di un altro aspetto, e cioè quello che mi è stato detto da due operatori di quella che al tempo era la società telefonica di cui mi servivo, la Wind, a cui mi sono rivolto per chiarimenti. Talvolta c'è da rimanere intontiti dall'idiozia di certa gente.

Cosa mi hanno detto di così tremendo?

Lo apprenderai leggendo alcune parti del messaggio che ho inviato all'indirizzo email (posta certificata) di Wind spa, e cioè windtelecomunicazionispa@mailcert.it:

[...] Vi scrivo in merito a un problema che riguarda una possibile attivazione di un servizio mai richiesto sul mio numero di telefono, e con l'occasione in generale in merito alla modalità di attivazione di servizi a pagamento forniti da terze società.

In data 14 luglio 2014 ho ricevuto un SMS il cui mittente figurava come 4885504

ed il cui testo era il seguente:

"IWIND:abbonamento attivo. Costo:5,09 euro/sett.Max 3sms/set.Hai 7 giorni per recedere inviando stop al 4850203.info/reg al help@i-uto.it 0423402080"

In realtà, avendo un'esperienza più che decennale nella navigazione in Internet e sapendo bene cosa fare e cosa evitare per non attivare servizi a pagamento anche inavvertitamente, posso dirvi che sono sicuro al 100% di non aver chiesto nessun servizio di cui parla quell'SMS, il cui autore è chiaramente in malafede, e con cui è inutile interloquire in alcun modo.

Alle 11.35 circa di oggi 16 luglio 2014 ho chiamato l'155 (numero del vostro centro assistenza) e ho parlato con un operatore (prima della conversazione una voce registrata mi ha notificato il codice FU16CF, o forse l'ultima lettera era una "S").

Mi ha informato che non risulta attivo sul mio numero nessun servizio a pagamento e che non risulta esser stato sottratto denaro dal mio credito residuo negli ultimi giorni.
Non ha però escluso che la società che mi ha inviato l'SMS inizi ad addebitarmi l'importo alla fine di questa settimana.

Inoltre l'operatore ha affermato che quando una terza società fornitrice di servizi telematici, rivolgendosi alla vostra società Wind Telecomunicazioni spa dichiara che il sottoscritto ha effettuato una richiesta di un servizio, e vi chiede di pagare questo servizio sottraendone la tariffa dal mio credito telefonico, voi credete ciecamente a questa dichiarazione e adempiete alla richiesta della suddetta società terza, senza avere dal sottoscritto nessuna conferma, e nel caso in cui in realtà io non abbia mai richiesto questo servizio è mio onere intervenire attivamente (perdendo il mio tempo) interloquendo con voi e con la suddetta società terza affinché il servizio sia disattivato e affinché il credito indebitamente sottratto venga ripristinato.

[...]

In altre parole, questo lo scenario: io do i miei soldi a Wind (ricaricando la mia carta telefonica, com'è normale fare), e...

- Wind si vede arrivare un bell'imbusto che dice "Datemi i soldi di questo vostro cliente, ci abbiamo parlato ed è d'accordo. Davvero, ti dico"

- Wind gli crede sulla parola: non gli chiede nessuna documentazione che attesti che io sono d'accordo, né mi contatta per chiedermi conferma

- Wind dà i miei soldi al bell'imbusto

- Se e quando io mi accorgo della cosa, è mio onere perdere tempo per chiudere il servizio e chiedere il rimborso dei soldi indebitamente sottratti al mio credito.

Anche un bambino di 10 anni capirebbe che se mi presento da te e ti dico "Dammi i soldi del tuo cliente, ci ho parlato ed è d'accordo" non devi fidarti ciecamente. Un bambino di 10 anni sì. Una multinazionale no?

Ho il forte forte forte sospetto che sia questione di fare i finti tonti, e i veri furbi. Non mi stupisce, dato che purtroppo in Italia le multe per questo tipi di condotta sono basse, da fare appena il solletico ad aziende del genere. E finché non diventeranno abbastanza salate, mi sa che continueranno così.
Secondo me se delle sanzioni appropriate per le compagnie telefoniche (ma anche di servizio elettrico e simili) fossero incluse in un programma di partito e in una campagna elettorale sposterebbero un bel po' di voti.

26 agosto 2014

Cosa chiedere prima di cambiare piano tariffario o gestore telefonico

L'offerta di una compagnia telefonica sembra allettante, tanto da indurti ad aderire all'offerta, magari cambiando gestore?

Per avere la sicurezza di dire di sì a qualcuno che ti descrive un'offerta in maniera inesatta è consigliabile rivolgerti rivolgerti a un negozio di telefonia vicino a dove abiti anziché accettare offerte telefoniche da un telemarketer (specialmente se è uno spammer): quest'ultimo non lo puoi ribeccare! Oppure puoi accettare l'offerta di un telemarketer (solo se non è uno spammer) in una telefonata successiva, dopo che avrai avuto il tempo di andare sul web a informarti dettagliatamente su quali sono veramente le condizioni del contratto. Di seguito, alcune domande che devi porti (o porre al telemarketer, se proprio ti ispira fiducia) se stai pensando di cambiare tariffa telefonica o gestore telefonico, sia fisso che mobile. Così eviterai brutte sorprese... cosa non certo rara, visto che alcuni aspetti delle varie offerte telefoniche sono assenti o non chiari sui vari volantini, cartelloni, etc.

Ecco le domande da fare...

- Quanto costa l'attivazione di questo piano tariffario?

- Il prezzo che mi sta dicendo è IVA compresa?

- C'è lo scatto alla risposta? Se sì, di quanto?

- Il conteggio del tempo per le chiamate è a secondi o a blocchi di secondi (es. di 30 secondi in 30 secondi) ? Analoga domanda sulla connessione a Internet.

- Le condizioni che mi sta proponendo fino a quando sono valide? Se c'è una scadenza, dopo di essa quali saranno le nuove condizioni?

- [se il conteggio del tempo è a secondi] Il conteggio è a secondi fin dall'inizio della chiamata, oppure all'inizio viene conteggiata subito una quantità di tempo (tipicamente i primi 30 secondi, cosicché conversare 1 secondo o 30 secondi comporta lo stesso conteggio). Analoga domanda sulla connessione a Internet.

- [per le tariffe forfettarie mensili] Se con le chiamate sforo i tempi compresi nella tariffa forfettaria, qual è il costo delle chiamate? Il conteggio del tempo è a secondi o a blocchi di secondi? [se è a secondi] È a secondi fin dall'inizio della chiamata?
Se con la connessione a Internet [chiedilo anche se non t'interessa, vedi più sotto] sforo i tempi compresi nella tariffa forfettaria, qual è il costo della connessione? Il conteggio del tempo è a secondi o a blocchi di secondi? [se è a secondi] È a secondi fin dall'inizio della connessione?

Occhio alla connessione Internet col cellulare: se non t'interessa, se non noti niente che riguardi Internet nella pubblicità del piano tariffario che stai per sottoscrivere, se l'operatore ti dice che "in questo contratto non è previsto Internet", non significa che tu non abbia a disposizione la possibilità di connetterti a Internet. Occhio, perché se lo fai involontariamente potresti spendere un botto e accorgertene solo in seguito.
Ad esempio io dopo aver acquistato per la prima volta uno smartphone, ho attivato la voce "connessione dati" pensando si trattasse di connessione dati via wireless o via USB fra telefono e computer. E pensavo che navigare col cellulare su Internet fosse possibile solo in quanto collegato alla Wireless di casa mia, visto che all'operatore avevo detto che Internet sul cellu non m'interessava, pensando che per poter navigare senza l'aiutino del modem domestico occorresse farne richiesta specifica. Macché. Il telefono si è connesso a Internet indipendentemente dalla Wireless di casa mia, e mi sono accorto che così facendo spendevo e spandevo!

Se si tratta di cambiare gestore, poni anche queste domande:

- Quanto costa l'attivazione della SIM [per la telefonia mobile] / la portabilità del numero [per la telefonia fissa] ?

- Mi viene riconosciuta la portabilità del credito? [qui ricorda che se nella società telefonica precedente avevi del credito omaggio, tipo quello che si ottiene col "raddoppio della ricarica", quella parte in più in omaggio non viene mai trasferita]

- [per la telefonia fissa] Sono obbligato a usare un modem vostro? Se sì, a quanto me lo vendete o affittate?

- Se sottoscrivo questo contratto / piano tariffario con ricarica è previsto che io debba rimanere con questo gestore telefonico per un periodo minimo per non pagare una penale?

- Ci sono costi di disattivazione che dovrò pagare se vorrò tornare al gestore precedente?

- In quanti giorni sarà attivo il nuovo abbonamento?

-----------------

È possibile che tu possa sostituire questa lunga sfilza di domande interrogando il sito www.segugio.it, il cui staff ha analizzato e continua a analizzare un gran numero di offerte telefoniche. Segnalo anche www.sostariffe.it, che ospita commenti di chi ha sottoscritto i relativi contratti.

Fai parte di TimeRepublik?

Se hai trovato utili o interessanti i miei articoli...